Mrs Pendarves

 

 

Lettere

 

 

 

Mary Delany

 

 

Il Primo incontro con Handel

 

Nel 1710 incontrai per la prima volta Mr Handel allorché venne presentato a mio zio (si tratta di Sir John Stanley, sovrintendente alle dogane) da Mr Heidegger, l'uomo più brutto che sia mai nato. In casa non c'era niente di meglio di una mia piccola spinetta, sulla quale il grande musicista fece prodigi. Il suo modo di suonare mi fece molta impressione, ma come ne può fare a un bambino, non ad una persona esperta; fatto sta che quando se ne fu andato mi misi alla tastiera e suonai i migliori esercizi che avevo imparato fino ad allora. Mio zio allora mi chiese sarcastico se per caso mi fossi messa in testa di riuscire a suonare come Handel, “Se non ne fossi certa - gli risposi in lacrime - avrei già bruciato questo strumento!” tanta era l’innocente presunzione dell’ignoranza infantile .


Sulle prove del Lotario di Handel

 

Bernacchi ha una grande estensione, il suo timbro è caldo e chiaro, ma non così dolce come quello di Senesino, mentre migliori sono le sue maniere; il suo aspetto non è molto bello, dato che è grande e grosso come un frate spagnolo. Fabri ha una voce di tenore dolce, chiara e ferma ma, temo, non abbastanza forte per il palcoscenico: canta come un gentiluomo senza assumere strane espressioni e le sue maniere sono particolarmente gradevoli. Sul palcoscenico è un vero maestro, il più grande che abbia mai cantato sulle scene. Il terzo è il basso, una voce che spicca assai bene senza asprezza alcuna. La Strada è la prima donna: la sua voce è senza dubbio bella, le sue maniere sono la perfezione assoluta, ma è assai brutta d'aspetto e fa smorfie orribili. La Merighi viene dopo di lei; la sua voce non è né troppo bella né troppo brutta, è alta, è molto bella d'aspetto ed ha un viso discreto. Sembra essere sulla quarantina, canta con disinvoltura e piacevolezza. All'ultimo posto c'è la Bartoldi: non ha voce, né orecchio, nè maniere che la rendano raccomandabile. Però è di una bellezza perfetta, come fosse Cleopatra, con quel suo volto assolutamente regolare ed una dentatura stupenda: quando canta sulla bocca v'è un sorriso estremamente delizioso. Credo che si sia esercitata a cantare davanti ad uno specchio, dato che il suo volto non tradisce mai una sola smorfia .

 

Una serata con Mr Handel

 

Devo parlarti di un piccolo spettacolo musicale che ho dato la settimana scorsa, al quale avrei tanto voluto che tu e la mamma presenziaste. C'erano Lady Rich e sua figlia, Lady Cath. Hanmer col marito, Mr e Mrs Percival, Sir John Stanley e mio fratello, Mrs Donellan, Anna Maria Strada e Mr Coot.
Lord Shaftesbury aveva chiesto a Mr Percival di portarlo con sé e, essendo amico dichiarato di Mr Handel (che pure era presente) è stato ammesso: neppure a teatro mi sono così divertita tanto! Handel era di ottimo umore: ha suonato alcune “lessons” e accompagnato la Strada e le altre cantanti dalle sette fino alle undici.
Ho offerto tè e caffè e verso le nove e mezzo ho portato un vassoio di cioccolata, vino bianco e biscotti. Mi è sembrato che tutti si siano trovati a proprio agio e siano rimasti soddisfatti. Bunny è rimasto con me dopo che la compagnia se n'è andata, ha mangiato con me qualcosa di freddo e poi è rimasto a chiacchierare fino all'una di notte
.

 

Le opere dell’Opera of Nobility

 

alla sorella Ann Dewes:

Bunny ha cenato senza difficoltà con me di ritorno dal teatro di Haymarket. C'erano Farinelli e (Antonia Margherita) Merighi, che non aveva voce però aveva in compenso una prestanza straordinaria: non ha alcun merito tranne quello di essere bella.
C'erano anche una certa Chimenti, discreta canante con una voce gradevole e Montagnana, che urla come sempre!
Con questa compagnia di cantanti e con noiose opere italiane come quelle a cui tu ti addormenti quasi sempre, quelli pretenderebbero di rivaleggiare con Handel, che ha invece la Strada, ora in forma come mai lo è stata, Gizziello, che dall’annata precedente è molto migliorato e (Domenico) Annibali, che unisce le qualità migliori della voce di Senesino e di quella ad un portentoso buon gusto e ad una mimica efficace!
Mrs Handel ha già pronte due nuove opere, ARMINIO e GIUSTINO. Era qui da me due o tre mattine fa e me ne ha suonato le due Ouvertures, che sono deliziose
.

 

 

Oratorio troppo serioso

 

28 marzo, alla sorella:

Ieri pomeriggio Phil ed io siamo andati al Lincoln's Inn Fields Theatre ad ascoltare l'oratorio composto da Porpora (DAVIDE E BETSABEA), un italiano famoso per la musica sacra che attualmente si trova in Inghilterra. La musica era bella e austera ma credo proprio che l'argomento sia troppo serio per un teatro. Un testo sacro invece dovrebbe essere accompagnato da una musica piacevole, giacché la maggior parte degli ascoltatori, per quanto devotamente ci si rivolga a Dio, non fanno molto al significato delle parole. Molti cori e recitativi erano vero belli e commoventi, ma comunque l'opinione comune è che quest'oratorio non stia alla pari con quelli di Handel come ESTHER o DEBORAH .

 

 

Le Prove di Semele


24 Gennaio 1744

Ieri mattina sono andata da Mr Handel per ascoltare le prove di SEMELE. E’ una deliziosa pagina di musica, assolutamente nuova e differente da tutte le altre che ha composto…..
La Francesina (Elisabeth Duparc) è migliorata e lì canta nel ruolo principale
.
 



Dissapori fra Handel e il Principe di Galles

11 Febbraio 1744

Ieri sono andata ad ascoltare SEMELE: è una deliziosa pagina di musica. Mrs Donnellan mi prega di inviare i suoi omaggi a tutti, eccetto mio fratello; mi chiede di dirvi che “perde metà del piacere della musica non è qui e così lei non può discutere in modo particolareggiato dei vari passaggi”. C'è un'aria a quattro che è deliziosamente incantevole; la Francesina è molto migliorata, le note risultano più spiccate e nelle diminuzioni continue c’è qualcosa di assolutamente sorprendente. E stata molto applaudita da un teatro pieno, sebbene non stracolmo. Credo di avere scritto a mio fratello qualcosa sul litigio fra Mr Handel ed il principe di Galles, fatto questo che mi ha addolorata: Handel dice che il principe non è affatto nelle sue grazie! In teatro non c'è stato alcun dissenso, però i barbari sono stati così ridicoli da dichiarare pubblicamente la loro disapprovazione d'un compositore come lui .
 



Avversione a Semele

 


21 Febbraio 1744

SEMELE è incantevole; più l'ascolto e più mi piace e, essendo uno dei sottoscrittori, non ne perderò una sola recita. Non essendo però una storia sacra, D.D. non ritiene opportuno andare a sentirla. Quando sarà la volta di JOSEPH o di SAMSON, cercherò di convincerlo ad andarci: sapete bene quanto adori la musica. Si dice che SAMSON dev'essere venerdì prossimo, dato che c'è una grossa avversione per SEMELE da parte delle signore eleganti, dei petit maitres e degli ignorantoni. Tutti gli appassionati d'opera ce l'hanno con Handel, però Lady Cobham, Lady Westmoreland e Lady Chesterfield non mancano mai .
 



Sullivan dalla voce bellissima


25 Febbraio 1744

Ieri sera sono andata ad sentire SAMSON. La Francesina canta molte parti di Mrs Cibber ed alcune di quelle di Mrs Clive: in generale è andata molto bene, ma non più dell'anno passato.
Credo che venerdì prossimo ci sia JOSEPH; a questo riguardo Handel è però di pessimo umore perché Sullivan (che deve interpretare il ruolo principale di Joseph) è uno stupido con una voce bellissima, mentre Beard non ha assolutamente voce. La parte della Francesina (quella della sposa di Joseph) non è tanto varia, tuttavia spero che venga ben accolta. Il teatro non è mai stato strapieno, ma comunque sempre pieno
.


 

Oratori


10 Marzo 1744

Gli oratori tirano molto bene nonostante il rancore dei fautori dell’opera: sono state date 9 recite su 12. Joseph dovrebbe, spero, venir dato un'altra volta, dopodiché la stagione terminerà con SAUL e MESSIAH. Poiché hanno avuto un ottimo riscontro, credo che Handel apra presto un'altra sottoscrizione. Tu cosa pensi che io abbia fatto in questo ultimo periodo? Ho steso il testo per un oratorio, ricavandolo dal “Paradise Lost” di Milton, per darlo da musicare a Mr Handel: mi è costato grande riflessione e grande sforzo inventivo. D.D. approva il mio operato, il che mi dà qualche motivo di pensare che non sia male: tutto quel che ho fatto è stato scegliere il meglio e coordinarlo. Si inizia con Satana che cerca di mettere in tentazione la donna, poi segue la tentazione vera e propria cui alla fine cede anche l'uomo. Di Milton non ho voluto cambiare una sola parola o un solo concetto e spero di convincere Handel a non pretendere nulla di simile, perché il testo perderebbe la sua dignità. Da quando sono venuta in città la principale occupazione mattutina è stata appunto questa, oltre quella di dipingere tre quadri .

 

 

Commento sulla Rivalità delle

compagnie Operistiche

 

Maggio 1735

Le nostre opere sono state motivo di grandi litigi. Tutti vi si sono impegnati profondamente: alla Camera dei Comuni non v'è mai stata controversia più accalorata di questa. La disputa circa i meriti di cantanti e compositori ha raggiunto un livello tale che molti veri appassionati di musica temono per il futuro dell'opera. Secondo me, stiamo tutti facendo una figura davvero stupida ”.

 

 

 

Brook Street

 

 

 

decorative line

 

 

A cura di  Arsace

 

www.haendel.it

 

Ultimo aggiornamento: 30-09-06