Annibali

 

Aneddoti

 

 

 

Nei Memoires Secrets, un certo Gorani racconta:

"Il padre del famoso pittore Mengs si trovava un giorno presso una dimora dove si teneva un concerto.
Un musico assai noto si esibì in modo così squisito che quest'uomo, duro fino alla ferocia, ne rimase talmente impressionato da commuoversi.
Recatosi dal novello Orfeo, che osservò con piacere i risultati della sua arte, gli domandò di cantare nuovamente.
"Acconsento" rispose il cantante, "ma solo ad una condizione" Mengs era pronto a tutto ed acconsentì a sua volta.
"E cioè che voi mi permettiate di farlo a casa vostra di fronte a tutta la vostra famiglia: ed insisto poiché, a parte la mia presenza, nulla venga mutato nell'usuale andamento della vostra casa. Desidero vedere i vostri bambini e che loro condividano con voi il godimento che avete provato". Annibali era a conoscenza del fatto che Mengs trattava crudelmente i propri figli, ecco il motivo di questa condizione ed aveva tramato per portar conforto e serenità ai piccoli. Il musico portò con sé parecchie persone le quali videro i figli dell'ospite in uno stato di terrore e debolezza indescrivibili. Il risultato di questa visita fu che l'elettore in persona si interessò dei bambini, e siccome aveva trovato in uno di loro una naturale predisposizione per la pittura, lo fece andare a studiare in Italia. Fu così che Raffaello Mengs venne portato a fare i primi passi verso una brillante carriera, ed il suo bel ritratto dell'Annibali può vedersi come un esempio della gratitudine che egli provò verso Annibali.

 

 

Anton Raphael Mengs, autoritratto del 1774

 

 

 

decorative line

 

 

A cura di  Arsace

 

www.haendel.it

 

Ultimo aggiornamento: 12-03-06