Jacek Laszczkowski

 

Sopranista

 

 

Jacek Laszczkowski in concerto a Torino, per gentile concessione di Claudio

 

 

Una voce strepitosa, dal fascino androgino, dai poteri taumaturgici, addirittura. Bellezza di timbro, ampiezza di estensione (oltre tre ottave e mezza), purezza di intonazione, controllo del fiato e agilitÓ (250 note in un sol fiato!). ChissÓ dove finisce la storia e inizia la leggenda del "divino" Farinelli, al secolo Carlo Broschi, il "cantore dei re" idolatrato in tutta l'Europa del XVIII secolo? A riportare in auge il mito ha provveduto, dieci anni fa, il celebre film di GÚrard Corbiau. Il confronto con la realtÓ dell'interpretazione resta invece a carico di giovani interpreti come il sopranista Jacek Laszczkowski. Diploma di canto all'Accademia Chopin di Varsavia, a inizio anni '90 debutta come tenore nel circuito operistico mondiale all'insegna del repertorio tradizionale. Nel '98 comincia a mietere successi anche come controtenore. E non gli manca l'estro di girare un paio di film con Krzysztof Zanussi...

[da un programma di sala]

 

 

Jacek Laszczkowski

 

 

Discografia di Laszczkowski

 


decorative line

 

 

 

www.haendel.it

 

 

Ultimo aggiornamento: 03-06-06