Deborah

 

Recensione

 
 

L'Oratorio DEBORAH del 17 marzo 1733 non è stato inciso solo una volta: la Harmonia Mundi ne aveva già sfornato uno di cofanetto, e mi pare fosse diretto da Nicholas McGegan: tuttavia in occasione dell'ottima qualità/prezzo della casa editrice NAXOS, è uscita la nuova incisione diretta da Joachim Carlos Martini, con l'orchestra Barockorchester Frankfurt e Junge Kantorei: ora Martini è già di per sè un'ottima garanzia di una esecuzione dinamica ed incisiva, dal momento che debbo annunciare che MAI ho acquistato sempre della NAXOS un cofanetto migliore de IL TRIONFO DEL TEMPO E DELLA VERITA' da lui diretto (e consiglio a tutti di comprare).

Il cofanetto di cd , sono 3 e tutti in DDD, porta il numero di catalogazione NAXOS 8.554785-87. La durata globale è 164.24, e la ripartizione in minuti dei 3 cd è la seguente

1 cd: 73.39
2 cd: 49.08
3 cd: 39.37

Interpreti:
Deborah: Elisabeth Scholl (Soprano)
Jael: Natacha Ducret (Soprano)
Barak: Lawrence Zazzo (Controtenore)
Sisera: Ewa Wolak (contralto)
Canaanite Herald: Knut Schoch (Tenore)
Abinoam / Priest: Jelle S. Draijer (Basso)

E anche la varietà timbrica è assicurata!

Secondo il Lang il libretto di DEBORAH è orrendo, e Handel non sentendosi troppo ispirato dal libretto, non ha troppo perso tempo a comporre musica nuova, ma ha riutilizzato musica da altre sue composizioni: tuttavia DEBORAH non è sono un riutilizzo e variazione della musica precedente del Caro Sassone, poichè nell'oratorio è presente anche musica nuova.
Il libretto è di un certo Samuel Humphreys, che quindi non è che fosse una cima come letterato e drammaturgo.
Il fatto perno del dramma è l'efferato delitto compiuto da Jael moglie di Heber il Kenita.
Costei offre ospitalità a Sisera, un generale fuggiasco alleato di Heber: una volta che il sonno velò gli occhi di Sisera, Jael prende il picchetto della tenda e con un martello gli perfora la tempia, "inchiodando il tiranno al terreno". (ehm, la copertina della NAXOS è molto inquietante: c'è Jael col martello nella destra e il picchetto sull'altra mano! ed è pure corrucciata!)
La sacerdotessa e giudice Deborah, giudica il fatto come un atto lodevole di patriottismo, e quindi non condannabile.

Leggendo Lang, si viene a conoscenza che Chrysander fu talmente scandalizzato da questa azione vile che indignato ha voluto eliminare tutta la parte di Jael: il fatto è che Handel aveva associato a Jael una parte musicalmente molto valida, allora Chrysander ebbe un colpo di genio: attribuì tutta la parte musicale di Jael a Deborah. Fatto sta però che nel cofanetto in questione della NAXOS il personaggio di Jael permane, insomma non è che sparisce. Probabilmente hanno ripristinato il libretto come era. Jael canta un'aria furibonda molto incisiva nella 3 parte dell'oratorio: "Tyrant, how no more we dread thee", che ha caratteristiche di arie di furore, esprimente rabbia e vendetta, ed è matenuta in capo a Jael, e non a Deborah (Lang dice che avrebbe perso ogni carattere incisivo se si fosse mantenuta questa aria a Deborah).
La musica nuova comunque riguarda per la maggior parte l'aspetto corale (e che cori!): in effetti non dimentichiamo che siamo nel 1733, ossia il momento in cui Handel inizia a forgiare l'oratorio inglese, prendendo coscienza dell'importanza del coro, e della possibilità di utilizzarlo per un intervento diretto nello svolgersi del racconto della trama: alcuni cori sono inoltre riadattamenti di alcuni dei suoi anthems, ma hanno una forza e una dinamica molto differenti dalla qualità dell'aspetto cerimoniale degli anthems, come sostiene anche il Lang.
Il coro diviene un protagonista attivo: e si parla di *coro* e non di *ensemble* che invece caratterizzavano le opere teatrali Barocche in genere (nelle opere di Handel troviamo quando usò più voci anche veri cori, oltre agli ensemble).
In DEBORAH la presenza dei cori è massiccia, non totalitaria come in ISRAEL IN EGYPT: la maggior parte dei quali a otto voci, vivaci, attivi, e molto variegati drammaturgicamente.
Si sottolinea anche la strumentazione di DEBORAH: vi è una formazione strumentale molto ricca e sorprendente: 2 organi e 2 clavicembali, oltre all'organico normale: ma vediamo più in dettaglio la tipologia degli strumenti flauti traversi, oboi, fagotti, corni, timpani violini, viole,
violoncelli, contrabbassi, cembali e organi.

Non mi resta che inserire il link della NAXOS relativo al cofanetto in oggetto, dove si possono ascoltare tutti i brani del cofanetto in questione

 

                    

Il Libretto

 

 

decorative line

 

 

A cura di Arsace  

 

www.haendel.it

 

Ultimo aggiornamento: 18-10-04