Admeto

 

HWV 22

 

 

 Frontespizio di Admeto

 

 

Admeto, Re di Tessaglia  

Dramma per musica in tre atti

Musica di George Frideric Handel, completata il 10 Novembre 1726

Libretto di anonimo (Rolli-Haym ?) adattato da L'Antigona delusa da Alceste (1660) di Aurelio Aureli, e da L'Alceste (1679) di Ortensio Mauro

Prima rappresentazione: 31 Gennaio 1727, King's Theatre di Haymarket, Londra

Cast della prima:

Admeto: Signor Senesino, castrato contralto
Alceste: Faustina Bordoni, soprano 

Antigona: Francesca Cuzzoni, soprano 
Ercole: Giuseppe Maria Boschi, basso 
Orindo: Anna Vincenza Dotti, contralto 
Trasimede: Antonio Baldi, castrato contralto  
Meraspe: Giovanni Battista Palmerini, basso 

Orchestra:
2 corni, flauto traverso, 2 oboi, fagotto, archi e basso continuo

Note:
19 rappresentazioni nella stessa stagione.
Admeto venne ripreso nel settembre 1727 per 6 spettacoli; nel maggio 1728 per 3 spettacoli, con una nuova aria per Orinda (era Orindo nella prima versione del 1727); e nel dicembre 1731 per 6 spettacoli, con 6 arie aggiunte, di cui 3 nuove, e il ruolo di Orindo/Orinda tagliato. Nel 1729 fu dato a Brunswick in Germania e nel 1730 ad Amburgo.
Admeto venne ripreso a Londra il 12 Marzo 1754 per 4 spettacoli: quello del 6 Aprile 1754 fu l'ultimo spettacolo d'opera di Handel ad essere eseguito in teatro fino al XX° secolo.

 

 

 

 

Il 31 Gennaio 1727 venne inaugurata la stagione al King's Theatre con la prima di Admeto, Re di Tessaglia, opera che Handel aveva terminato il 10 novembre del 1726. Fu un autentico trionfo, l'ultimo dell'Academy of Music: godette di diciannove repliche nella sua prima stagione, e fu l'ultima opera che lì fu data prima che fosse chiuso il teatro, il 1 giugno 1728. 
Il testo originale sul quale si basa l'Admeto è "L'Antigona delusa da Alceste" di Aurelio Aureli, rappresentata a Venezia nel 1660. Quest'opera fu data ad Hanover nel 1679 col titolo di L'Alceste, con musiche di P. A. Ziani e testo adattato da Ortensio Mauro. Handel realizzò sostanziali variazioni, aggiungendo scene ed eliminando alcuni personaggi.
 
Come testimonia il viaggiatore Pierre Jacques Fougeroux, nei recitativi secchi, Handel utilizzò due clavicembali, una tiorba ed un violoncello.

 

    

Il libretto

                                                                             

 

 

Chiudetevi miei lumi
Admeto

(
Brian Asawa)

 

 

Chiudetevi miei lumi
Admeto

(Matthias Rexroth
)

 

 

decorative line

 

 

A cura di  Arsace & Rodrigo

 

www.haendel.it

 

Ultimo aggiornamento: 28-12-08