André Raison

 

( luogo ignoto, prima del  1650 - Parigi, 1719 )

 

 

 

Si distinse per la sua attività di organista e compositore.
Intraprese gli studi al seminario dell'abbazia di St. Geneviève a Nanterra.
Dal 1666 al 1716 fu organista dell'abbazia reale di Ste Geneviève e del Convento dei padri Giacobini di via St. Jacques a Parigi.
Louis Nicholas Clérambault, suo allievo, gli ha dedicato il «Premier livre d’orgue» del 1710.
Dal tema in forma di Passacaglia del “Christe” della Messe du deuziesme ton Johann Sebastian Bach ha tratto il tema della celebre passacaglia per organo BWV 582.
Conforme allo spirito del tempo, la musica di Raison, fatta per un uso liturgico, evidenzia una fusione fra caratteristiche appartenenti sia alla musica religiosa che a quella profana: esemplificazione è la presenza di certe fughe composte nello spirito della Suite, una scrittura pensata per il cembalo con impiego di note ribattute, la predilezione per una scrittura accordale, l'utilizzo di melodie popolari (come nei “Noels” del Second livre) e la presenza di danze da effettuare con l’organo; in quest’ultimo caso, Raison fornisce dei consigli nella prefazione al Premier livre, avvertendo l'organista di eseguire i brani di spirito danzante con una andatura un po' più lenta «à cause de la Sainteté du lieu».
Nello stesso Premier Livre è espressamente fornito all’esecutore/lettore un quadro generale esplicativo, con indicazione nel corso delle composizioni dei segni corrispondenti agli abbellimenti che si possono eseguire; sono forniti anche consigli sulla tecnica di esecuzione, sul tempo, sulla diteggiatura, poiché in certi casi si possono dedurre l’utilizzo del passaggio del pollice, anche se non indietro. Sono pure suggerite le possibili alternanze dei registri sebbene, a differenza dei suoi coevi compositori, Raison lascia libera la scelta dei registri, notando che lui stesso è portato a cambiare spesso la scelta di registri e manuali.
La musica di Raison tende a volte ad essere descrittiva, nei casi in cui vuol esprimere per esempio la gioia dei parigini per la guarigione del Re, nel Premier livre, o per la pace legata ai trattati di Utrecht e Rastatt, nel Second livre), mostrando una inclinazione al virtuosismo, arrivando spesso ad utilizzare il pedale non solamente per le note di sostegno seguendo la tradizione organistica del tempo, ma anche per temi già enunciati ai manuali.

 

 

Composizioni



Livre d'orgue. Contenant cinq Messes suffisantes pour tous les tons de l'Eglise. Ou quinze Magnificats pour ceux qui n'ont pas besoin de Messe avec des Elevations toutes particulieres. Ensuite des Benedictus: Et une Offerte en action de Grace pour l'heureuse convalescence du Roy (Parigi, pubblicata 1688);
Second livre d'orgue sur les acctamations de la paix tant désirée... (auxquelles) l'auteur adjoute plusieurs Noels (Parigi, pubblicata 1714).

 

 

Discografia

bullet

L'Orgue français au Grand Siecle
André Raison: Offertoire du 5° ton sue le Vive le Roy des Parisien
+ Guilain: Suite du 1°& 4° ton
+ Nivers: Suite du 1° ton
+ d'Andrieu: Livre d'orgue
André Isoir, organo

Calliope
(1 CD medio prezzo ADD, 1971)

 

 



 

 

A cura di  Arsace

 

www.haendel.it

 

Ultimo aggiornamento: 07-04-05