Gennaro

Manna  

 

( Napoli, 12 Dicembre 1715 - Napoli, 28 Dicembre 1779 )

 

 

 

 

 

Compositore, fratello di Giacinto Manna.
Allievo del Conservatorio di S. Onofrio, si formò sotto la guida di Francesco Feo e di I. Prota e probabilmente anche di Francesco Durante al Conservatorio di S. Maria di Loreto.
Precocemente si impegnò nella rappresentazione di melodrammi, riscuotendo una intensa e fortunata carriera dopo aver debutto nel 1742 con l'opera TITO MANLIO, che gli procurò un successo tale da esser ingaggiato per melodrammi da rappresentarsi in tutti i teatri italiani.
Nel 1744 sostituì Domenico Sarro nella direzione della cappella musicale del Senato di Napoli e nel 1755, dopo la morte di Francesco Durante, fu designato maestro di cappella del Conservatorio di S. Maria di Loreto, carica che mantenne fino al 1761. In seguito si dedicò esclusivamente alle numerose chiese napoletane di cui diresse le cappelle, soprattutto dell'Annunziata, dove gli successe nel 1778 il nipote Gaetano. Dal 1764 rinunziò all'attività operistica, per dedicarsi unicamente alla musica sacra.

 

 

 

Composizioni

 

Opere Teatrali

TITO MANLIO (libretto G. Rossi; Roma, 1742);
SIROE RE DI PERSIA (Metastasio; Venezia, 1743);
ARTASERSE (revisione dell'opera di Leonardo Vinci, libretto Metastasio; Napoli, 1743);
ACHILLE IN SCIRO (Metastasio; Napoli, 1745);
LUCIO VERO OSSIA IL VOLOGESO (A. Zeno; Napoli, 1745);
ARSACE (Napoli, 1746);
ADRIANO PLACATO (Ferrara, 1748);
LUCIO PAPIRIO DITTATORE (A. Zeno; Roma, 1748);
EUMENE (A. Zeno; Torino, 1750);
DIDONE ABBANDONATA (Metastasio; Venezia, 1751);
DEMOFOONTE (Metastasio; Torino, 1754);
TEMISTOCLE (Metastasio; Piacenza, 1761).

Oratori

GIOAS, RE DI GIUDA a 6 voci (Metastasio, 1747);
SEPULTURA SARAE SIVE PIETAS IN MORTUOS (1749);
RUBRI MARIS TRAJECTUS SIVE PROMISSAE TERRAE A LIMINE SALUTATIO (1761);
ASSUERO (1770);
ISRAELIS LIBERATIO SIVE ESTHER (1770);
JUDITH SEU BETHULIAE AB OBSIDIONE LIBERATIO (1775);
DEBORA (1780);
ORATORIO PEL SS. NATALE a 3 voci.

Serenate

FESTA TEATRALE PER LA NASCITA DEL REALE INFANTE, in collaborazione con Logroscino (Napoli, 1743);
L'IMPERO DELL'UNIVERSO DIVISO CON GIOVE, Serenata per festeggiare gli sponsali del Real Delfino colla Serenissima Donna Maria Teresa Infante di Spagna (Napoli, 1745);
Serenata a 4 voci con violino (Napoli, forse 1751).

Inoltre

cantate a più voci e strumenti;
duetti, arie, solfeggi;
Messe, salmi, mottetti, litanie, intsi, passioni e
molte altre composizioni sacre a più voci e strumenti.

 

 

 

decorative line

   

 

A cura di  Arsace
Ritratto fornito da Tassos Dimitriadis

 

www.haendel.it

 

Ultimo aggiornamento: 07-06-05