Baldassare

Galuppi   

 

( 1706 - 1785 )

 

       

Baldassare Galuppi, di G. Bernasconi (Biblioteca della Fondazione Levi, Venezia)


 

Baldassare Galuppi detto «Il Buranello», dall'isola di Burano vicino Venezia dove nacque il 18 ottobre 1706, fu un fecondo compositore, apprezzato in tutta Europa.
Come il concittadino Vivaldi compì i suoi primi studi musicali sotto la guida del padre, modesto violinista.
Galuppi manifestò precocemente la sua innata propensione alla dimensione teatral-drammaturgica della musica, componendo, giovanissimo, La fede nell’incostanza ossia Gli amici rivali, un’opera che però non riscosse successo.
Studiò poi composizione e clavicembalo col Lotti e, dopo un breve periodo trascorso a Firenze, fece ritorno a Venezia riscuotendo i primi consensi e iniziando una intensa attività teatrale.
Nel 1740 divenne maestro di coro all’Ospedale dei Mendicanti.
Nel 1741 intraprese il primo importante soggiorno all’estero, a Londra, dove ricoprì il ruolo di direttore musicale al New Theatre di Haymarket, inaugurandone la stagione il 31 ottobre col pasticcio Alessandro in Persia che ottenne un grande successo, con 21 repliche nella stagione. Galuppi compose opere serie a Londra fino al 1743.

Al ritorno in patria ottenne incarichi sempre più prestigiosi ed importanti, diventando il più celebre ed apprezzato compositore del nord Italia.
Nel 1748 divenne vice maestro e nel 1762 primo maestro di
cappella a San Marco e, sempre quell'anno, direttore dell’Ospedale degli Incurabili.
Nel 1765 Caterina di Russia, dopo un lungo periodo di serrate trattative con il governo della Serenissima, ne ottenne il trasferimento a Pietroburgo, dove divenne
compositore di corte e maestro di cappella, acquisendo fama anche come virtuoso del clavicembalo. 
Ritornò a Venezia tre anni dopo, per dedicarsi
principalmente alla musica sacra.
Morì il 3 gennaio 1785 a Venezia.

Galuppi fu famoso soprattutto come compositore d’opere, sia serie che buffe: dal 1728 al 1773 vennero rappresentate in tutto 91 opere sue a Venezia, Torino, Milano, Roma, Londra, Vienna, Napoli, Padova, Madrid, Pietroburgo e in altre città. Da rilevare la sua feconda collaborazione con Carlo Goldoni dalla quale nacquero capolavori come L’Arcadia in Brenta e Il Filosofo di Campagna.
Compose inoltre 10 serenate e cantate drammatiche, 27 oratori, numerose opere a carattere religioso, 51 sonate per cembalo, 7 concerti a quattro per archi, 3 concerti per flauto traverso, 2 concerti per cembalo e una sonata per trio.

 

Statua di Galuppi a Burano

 

Vediamo cosa scrive Charles Burney del suo incontro con Galuppi avvenuto il 16 agosto 1770:

"La visita fatta stamattina presto al signor Galuppi è durata a lungo ed è stata utile e dilettevole. Ho avuto un gran piacere nel vederlo e nel costatare come il tempo abbia salvaguardato la persona d’un così grande compositore e il suo genio. E’ ancora vispo e ciarliero e dalle apparenze potrà ancora deliziare per diversi anni gli amici della musica. Il suo carattere e le sue maniere sono naturali, aperti e piacevoli. La persona è piccola e magra, ha però un aspetto nobile. Il signor Galuppi era un allievo del famoso Lotti e ben presto si rivelò un buon clavicembalista e un uomo di genio nella composizione.
E’ stato così gentile da presentarmi la signora Galuppi e di mostrarmi la sua casa dove ho visto un magnifico quadro di Paolo Veronese raffigurante un bimbo dormente, già appartenente alla famiglia della moglie per diversi anni. Da qui mi ha condotto nel suo studio dove c’era solamente un clavicordo che a sentir lui imbrattava carta. Ha l’aspetto d’un buon padre di famiglia e gode a Venezia di un’ottima reputazione sia per il suo comportamento nella vita privata che per il suo talento. E
ccezion fatta per Sacchini, che si può considerare il migliore dopo di lui, eccelle al cospetto dei musicisti di Venezia come un gigante tra i nani. A una mia richiesta è stato così gentile da promettermi un brano ancora sconosciuto d’una sua composizione in segno e ricordo della sua amicizia.
Gli ho mostrato il mio piano e ne abbiamo discusso come pure abbiamo discusso di musici e musica molto intimamente e con sentimenti affini. La sua descrizione della buona musica m’è sembrata eccellente ed è stata, anche se estremamente sintetica, assai significativa: essa si compone, disse, di vaghezza, chiarezza e buona modulazione.
M’è sembrato qui, anche se d’estate non si rappresentano opere, che il signor Galuppi abbia molto da fare; egli è infatti tanto maestro di cappella a San Marco quanto agli Incurabili. Riceve 100 zecchini all’anno come organista privato della famiglia Gritti ed è organista anche in un'altra chiesa di cui ho dimenticato il nome. Tutto ciò che qui si fa per lui è veramente meritato poiché è uno dei geni originali della migliore scuola che esistano in Italia. Le sue composizioni sono sempre geniali e spontane e posso aggiungere ch'egli è un buon contrappuntista ed amante della poesia. Il genio si rivela nelle sue partiture e nella natura delle melodie che introduce nei testi, dove l’espressione della sua musica corrisponde ai pensieri del poeta e spesso anzi li migliora."

 

 

scenografia da LA CLEMENZA DI TITO di Galuppi, Torino 1760

 

 

 

Il Miserere di Galuppi

 

Sonate per cembalo

 

Galuppi: immagini

 

Discografia

 
bullet

La Clemenza di Tito
Mónika González, soprano (Vitellia)
Zoltán Megyesi, tenore (Titus)
Zita Váradi, soprano (Servilia)
Barnabás Hegyi, controtenore (Annius)
Andrea Meláth, mezzo-soprano (Sextus)
Tamás Kóbor, tenore (Publius)
Savaria Baroque Orchestra, dir. Fabio Pirona
Hungaroton
(2 CD, 2008)

 

 

bullet

Gustavo Primo, Re di Svezia
Karoly, Gonzalez, Cecchetti, Kiss, Castiglioni,
Savaria Baroque Orchestra, dir. Fabio Pirona
Hungaroton
(2 CD, 2002)

 

 

bullet

Messa per San Marco, 1766
+ Concerti a 4 in D & g
+ Bertoni: Kyrie a quattro concertato per La Ducal Cappella di San Marco

Athestis Chorus, Academia de li Musici, dir. Bressan
Chandos
(1 CD, 2002)

 

 

 

I Luoghi di Baldassare
Festival Galuppi e della Musica del '700

 

 

 

decorative line

   

 

A cura di  Rodrigo

 

www.haendel.it

 

Ultimo aggiornamento: 06-05-12