John Eccles

 

( Londra, 1668 ca - Hampton Wick, 12 Gennaio 1735 )

 

 

 

Iniziò gli studi musicali con suo padre Solomon, anch’esso musicista e fu parte della “King’s Band of Music”, prendendo nel 1700 il ruolo di maestro, anno in cui conseguì il secondo premio al concorso per le musiche fatte per il pasque di Con greve THE JUDGEMENT OF PARIS.
Nell’arco di tempo compreso fra il 1690 e il 1710 si dedicò con grande intensità al genere teatrale
Come spesso accade nel periodo Barocco, la sua fama di musicista si estinse subito dopo la sua morte, confinando Eccles in un disarmante oblio, sostenuto dall’atteggiamento snob di storici e musicisti. Nel corso del 1900 venne un po’ rivalutato come buon compositore di song inglesi.
Sebbene abbia composto anche altre tipologie musicali, che evidenziano un efficace impiego dell’orchestra, Eccles si distingue effettivamente nella composizione di song inglesi, inseriti nelle odi cerimoniali e in lavori del tipo “The Judgement of Paris” e l’opera SEMELE, ed in una cinquantina di lavori teatrali: una valutazione critica di Eccles lo ha posto secondo solo a Purcell in campo teatrale.
Le fonti prese da Eccles per la realizzazione dei songs sono di stampo popolare, dimostrando una più incisiva vivacità rispetto i compositori suoi coevi: sono da ricordare i motivi cadenzati in A SOLDIER AND A SAILOR o THE JOLLY, JOLLY BREEZE; I songs di Eccles ricoprono un range molto ampio che spazia dal grazioso AH, WHITHER SHALL I FLY?, al conciso THE FOOLISH MAID, allo scintillante IF I HEAR ORINDA SWEAR, e all’ampio NATURE FRAMED THEE.
La musica inclusa in SEMELE, di cui si dispone oggi una integra incisione in un doppio cofanetto, presenta dei songs sia molto corti, legati alla più stretta tradizione musicale inglese, sia delle arie col da capo: questo dimostra la propensione di Eccles alla fusione di stili stranieri, quale quello italiano, con il substrato anglosassone. I songs in SEMELE sono di incisiva vivacità descrittiva (si pensi alla scena del Sonno con l’arrivo di Giunone a svegliarlo): sono presenti comunque anche momenti di intensi e prolungati effetti drammatici.

 

 

Composizioni

 

Opere teatrali

(Masques o Opere rappresentate a Londra)

Macbeth (Shakespeare, 1694);
The Rape of Europa (P. Motteux; 1694);
The Loves of Mars and Venus (P. Motteux; 1696);
A Musical Entertrainment (1697);
Ixion (E. Ravenscroft; 1697);
Europe Revels for the Peace (Motteux; 1697);
Hercules (Motteux; 1697);
Rinaldo and Armida (J. Dennis; 1698);
The surpriz’d lovers, commedia (verso il 1700);
Acis and Galatea (Motteux; 1700);
The Judgment of Paris (W. Congreve; 1701);
The British Enchanters (Granville; 1706);
Semele (Congreve; 1707, non rappresentata);

Inoltre

Una sessantina di musiche di scena; una decina di odi di cui rimane solo la musica; una trentina di cui rimane solo il testo e 8 odi perdute.

 

 

Discografia

bullet

Semele
Mangrum, Taylor, Ferrill, Phipps, Roberson, Grau, Clements
Florida State University Opera Orchestra, dir. A. Rooley
 
Regis
(2 CD medio prezzo, 2003)

 

 



 

 

A cura di  Arsace

 

www.haendel.it

 

Ultimo aggiornamento: 07-02-05